Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più guarda la nostra cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. X

TEATRO X CASA

Teatro Per Casa
Pepe Play Video
Aggiungi ai preferitiVai alle recensioni

28SABATOOttobre

Nella casa Casa di Patty &co

Casa Attiva

zona Varano

Castellammare di Stabia (NA)

Offerta minima suggerita per questo evento: 12 euro + apericena 8 euro
Come viene calcolato il suggerimento

Pepe

di e con Laura Riccioli

Durata 65 Minuti

"Se piagne, se ride, insomma: Arte" Luca, uno spettatore

Share on Facebook

Casa di Patty &co

Città:

Castellammare di Stabia (NA)

Zona:

Varano

Capienza:

35 persone

Orario Apertura:

21:00

Orario Aperitivo:

21:00
Offerto dalla Casa

Orario Spettacolo:

21:45

Pepe

Sinossi spettacolo:

Monologo

Pepe è frutto degli incontri avvenuti durante i miei sette anni di insegnamento di teatro e pittura in carcere.
È lì che le due donne, che questo monologo racconta, si incontrano.
Una è una detenuta. L’altra è un’insegnante di pittura e teatro.
Il pretesto di quest’incontro è l’arte. Il mezzo è il dialogo.
Dialogo col carcere, con sé stesse, con il fuori, l’una con l’altra.
Questo dialogo qui, in teatro, si farà monologo.
Il monologo di Espedita Pepe, la detenuta, durante una lezione di pittura del tutto insolita in cui esplode la vitalità di una donna che “chiusa non ci sa proprio stare” e irrompe nell’intimità della professoressa coinvolgendola in un vortice di provocazioni, ironia, cinismo, incanto e, inaspettatamente, di quell’arte dell’allegria con cui spesso si difende chi sa sopravvivere a tutto e a tutti.
La detenuta e la professoressa, nonostante l’insormontabile differenza delle loro storie di vita, scopriranno di avere molte cose in comune e soprattutto di potersi insegnare molto, riuscendo a restituire all’altra quella fiducia che non sanno trovare nei confronti della propria vita.

Recensioni dello spettacolo

31/12/2017

Piacevole sorpresa

Visto a: Condominio Ecosol

Il: 09/12/2017

Spettacolo coinvolgente con un buon ritmo. Uno sguardo disincantato senza preconcetti ne retorica che si muove attraversando emozioni diverse. Interpretazione carica di energia sempre in linea col personaggio. Piacevole anche la disponibilità mostrata da Laura nelle interazioni col pubblico nei momenti conviviali.

Voto:

Saluto alla casa: Grazie a tutti per la collaborazione nell'organizzazione dell'evento

04/01/2017

Bellissimo testo e ottima recitazione

Visto a: Casa di Gea e Giovanna

Il: 04/01/2017

È stata una rivelazione scoprire Laura, sia autrice del testo che interprete. Il testo parla di un argomento duro, la vita in carcere, in maniera profonda ma leggera. L'interpretazione è stata intensa, commovente e divertente al punto giusto. Laura Sella

Voto:

04/01/2017

Carceri a porte aperte

Visto a: Casa di Gea e Giovanna

Il: 04/01/2017

Laura porta in scena il quotidiano di chi vive nelle carceri, con il tocco lieve ma sentito di chi vuole comprendere senza mai giudicare. Lavoro originale e di un'intensità senza mai compatimento, ma con tanta umana partecipazione ai rimpianti e alle paure di chi sa di trascorrere anni della propria vita al di fuori di un mondo che corre dimentico di chi resta "congelato" dietro sbarre temporali e sociali. Una mimica straordinaria dà vita e voce alla più vera delle creature, disgraziata per sorte ma quanto mai determinata a difendere la propria dignità. Profondo il tema, straordinara la rappresentazione. Una lode anche alla padrona di casa che ha accolto con deliziosa apertura spettatori sconosciuti come me in un ambiente fervido di interesse e sincera passione per il buon teatro.

Voto:

Saluto alla casa: Grazie Francesca per averci accolto nella casa delle tue bimbe in una vera festa del teatro con lo sguardo su uno dei più bei golfi del mondo.

Mostra altre recensioni