Teatro Per Casa
Teatro Per CasaVai alla disponibilità degli spettacoli
Diario di provincia La Nasca Primi passi sulla luna Omu cani Terra di Rosa Al cuore non si comanda, ai dipendenti si! La vita non basta Con le tue labbra senza dirlo Pepe Cuoro "Pop up!" Il piccolo guitto Lui e Leila Bim Bum Bang! 46 tentativi di lettera a mio figlio Bestie rare I Corteggiatori - Poesie d'amore da Merini a Neruda Tempi maturi Racconti da Camera Mamma, Piccole tragedie minimali Lampedusa è uno spiffero!!! Annunziata detta Nancy Il ritratto della salute Cuttuni e lamé - Trame streuse di una canta storie Ragazza seria conoscerebbe uomo solo max 70enne Opinioni di un uomo comune Don Chisciotte in Sicilia CUORO L'AMORE Murgia Manzoni senza filtro Fra la terra e il mare, Concert Discorso sul Mito Expat Underground - I figli se ne devono andare, ma se poi non tornano? Arsura d'amuri Love Show Walking Dad - Nato Sotto il Segno dei Gamberi Post partum Love is in the hair Telemomò Every brilliant thing - Tutte le cose per cui vale la pena vivere IO, ovvero come sopravvivere all'epoca del narcisismo Un'ora di niente Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro Groppi d'amore nella scuraglia La Spremuta
Aggiungi ai preferitiVai alle recensioniOspita lo spettacoloVai alla disponibilità degli spettacoli

Diario di provincia

di e con Oscar De Summa

Durata 60 minuti

"…quanto al De Summa attore, è certo da tenere d’occhio per duttilità, arguzia e non poco carisma nel dar vita, lui solo, alla variegata umanità del suo paese natìo…" Histryo, Claudia Cannella

Share on Facebook

Monologo

Niente, non succede niente, solo la depressione da calura estiva. La noia è la sovrana di un regno bruciato in cui uomini e donne indugiano senza concludere nulla, rassegnati. Stare nella piazza deserta a guardare le cosce delle donne, bere e rubare alla luce del sole: questo è il sud raccontato da Oscar De Summa, questa è la Puglia amata e odiata e Oscar è anche il protagonista di Diario di Provincia, il ragazzo che dice no all’asfissia dei giorni eternamente uguali, e lo fa ribellandosi ingenuamente: cambiando lavoro prima  e abbigliamento dopo, inseguendo le mode del nord ma trovandosi piantato sempre nella stessa palude. Un affresco divertente dietro cui si nasconde una tragedia , un risvolto drammatico che forse rappresenta l’unica rottura a una routine che annienta ogni speranza, ogni gesto eroico. Il pubblico ride delle superstizioni, dei vecchi e degli uomini e delle donne frastornate dal caldo, e ridendo non si accorge di essere condotto sul ciglio dell’inevitabile precipizio, al di là del quale non esiste nessuna cura, nessun sollievo.

prevnext
prevnext

Da subito affianca al lavoro di attore presso diverse compagni con quello di autore e regista ( “Diario di Provincia”; “Hic Sunt Leones”; Riccardo III; Selfportrait”, pubblicato dalla Minimun fax nella raccolta “Senza corpo. Voci della nuova scena italiana” a cura di Debora Pietrobono). Negli ultimi anni è stato impegnato nella tournè del “Mercante di Venezia” con la regia di Massimiliano Civica ( premio Ubu 2009 per la regia, “premio Vittorio Mezzogiorno” agli attori ) e con “Amleto a pranzo e a cena” di cui ha curato regia e drammaturgia per Fondazione Emilia Romagna Teatro; e di " Un sogno nella notte dell'estate " con la regia di Massimiliano Civica; "chiusigliocchi" (di Oscar De Summa debutto al festival di Castrovillari); "Un Otello Altro" tratto dall'omonimo testo shakesperiano, e secondo appuntamento di un progetto più ampio dal titolo "contemporaneamente Shakespeare"e che si propone di realizzare la messinscena di 5 tragedie shakesperariane in forma pop.

Diario di provincia

Un attore, necessario spazio scenico 3x3 e due lampade orientabili abbastanza forti per illuminare l’attore.

Controlla se lo spettacolo
è compatibile con la tua casa

Ospita questo spettacolo

Scrivi la tua recensione

Accedi o Registrati

Voto allo spettacolo

Recensioni dello spettacolo

18/09/2015
Rosaria Di Pinto Di Pinto

vai avanti OSCAR,no change please!!!!

Visto a: Casa Rosentin

Il: 18 Set, 2015

lo spettacolo è stato interessante ed emotivamente coinvolgente con un'altalena continua tra ilarità e malinconia.belllo,molto bello

Voto: