Teatro Per Casa
Teatro Per CasaVai alla disponibilità degli spettacoli
Cuoro "Pop up!" Bim Bum Bang! Love is in the hair Cuttuni e lamé - Trame streuse di una canta storie Cucinar ramingo Io e Te Lampedusa è uno spiffero!!! IO, ovvero come sopravvivere all'epoca del narcisismo CUORO L'AMORE Discorso sul Mito CUORO in pillole Con le tue labbra senza dirlo Post partum Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro Il ritratto della salute Murgia La vita non basta ANTIGONE - monologo per donna sola The Show Ragazza seria conoscerebbe uomo solo max 70enne I Corteggiatori - Poesie d'amore da Merini a Neruda Opinioni di un uomo comune Telemomò NIENTE PANICO Every brilliant thing - Tutte le cose per cui vale la pena vivere Ol Baraba e altre Storie Expat Underground - I figli se ne devono andare, ma se poi non tornano? Racconti da Camera Primi passi sulla luna Tempi maturi Mamma, Piccole tragedie minimali Riccardo legge Goretti Sindrome Italia Terra di Rosa - vite di Rosa Balistrieri Groppi d'amore nella scuraglia r/Place Love Show Walking Dad - Nato Sotto il Segno dei Gamberi Arsura d'amuri Un'ora di niente Bestie rare Don Chisciotte in Sicilia Pepe Omu cani Ciclopu Manzoni senza filtro Il Tempo Stinge
Aggiungi ai preferitiVai alle recensioniOspita lo spettacoloVai alla disponibilità degli spettacoli

NIENTE PANICO

di e con Luca Avagliano

Durata 50

Un uomo in pigiama, abbandonato dalla sua compagna, si scontra con il perenne presente. Il Panico, la Sindrome da abbandono, il Demonio e uno Gnomo gigante lo affliggono. Luca Avagliano interpreta vari personaggi alla ricerca di un senso, tra poesia, scienza e soluzioni immaginarie. Questo spettacolo, ironicamente, ha avuto una data finale poco prima di un lockdown generale, che, tra i vari propositi, tutto doveva rendere migliore, e ora torna per affrontare le stesse, identiche, paure.

Share on Facebook

Mirella, ad un certo punto, ha fermato il tempo: ha detto "cresci", ha detto "basta", ha detto "non abbiamo più un futuro". L’adolescente di quarant’anni che ha ascoltato queste sentenze inizia a sentirsi quindi solo, smarrito e in pigiama, a vivere un interminabile presente senza più un futuro, in cui ha un sacco di tempo per capire come non sentirsi più solo, smarrito e togliersi il pigia... no, il pigiama è comodo, elegante, indubbiamente da sera, perfetto per convincere gli alieni, che eventualmente potrebbero venire a fargli visita, a portarlo via.

Ma vivere un presente senza futuro significa davvero essere condannato a non crescere? Diventare uomo significa rinunciare al gioco e alla fantasia? "Estro o non Estro? Fantasia o Serietà?" È questa la Verità da accettare? Ma cosa è Vero: Ciò che è vero vero o ciò in cui si crede?

È poi così vero che non si è mai dato da fare, come dice Mirella? Lui è convinto che ha provato a smuovere le cose e che ha cercato il suo posto nel mondo, ovunque, perfino dietro i mobili di casa e nei posti più impensabili, ma non l'ha trovato.

E poi come funziona l'amore: È regolato dalle leggi di Coulomb in cui negativo e positivo si attraggono? Lei sempre seria seria, anzi seriosa, lui infantile e giocoso: dovrebbero attrarsi!

E ancora: Il vicino di casa è posseduto dal demonio? Gli alieni esistono? Lui ci crede, anche se le prove che si fornisce sono frutto della sua immaginazione, quindi vere, anche se non vere vere.

Insomma, in questa inerzia, in questa inquieta tranquillità e reclusione domestica, un normalissimo essere umano, indossando il suo comodo pigiama, innesca un vorticoso, inarrestabile e impacciato susseguirsi di riflessioni, confessioni, possessioni e canzoni, alla ricerca di come sia arrivato ad avere paura di tutto e tutti, provando a cercare un modo per non farsi più prendere dal Panico.

In un’ora circa, Luca Avagliano mette in scena una quantità strabiliante di personaggi in un incontenibile flusso di incoscienza alla ricerca di... un senso, spaziando dalla sbilenca voglia di poesia agli sbiaditi ricordi del catechismo, dal conforto che può dare la scienza e il metodo empirico, alla saggezza dei detti popolari, affrontando psicanalisi ed equitazione, interrogandosi sull’amore e... gli alieni, forse unica speranza per potersi proiettare in un futuro migliore o, forse, semplicemente in un futuro, anche se, restando fermi immobili nell’attesa di un salvifico raggio traente, è facile che il tempo passi senza riuscire ad accorgersene, in preda di Ansia e Panico.

Magari basterebbe iniziare a correre per non farsi prendere, così che, uscendo di casa, ci si potrebbe anche accorgere di non essere poi così soli nell’universo.

Ironicamente questo spettacolo, su un piccolo omino in pigiama confinato nel suo appartamento per anni, si conclude con un’ultima data proprio pochi giorni prima di un lockdown generale, dal quale, tra le altre cose, c’era stato il proposito di uscirne migliori! A distanza di qualche anno, NIENTE PANICO, torna in scena in quel di Milano, per affrontare le stesse identiche paure!

prevnext
prevnext

Dopo una formazione eterogenea, Luca Avagliano si muove nel mondo dello spettacolo come attore, regista e autore. Si è diplomato presso l'Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D'Amico. Durante il suo percorso, ha esplorato la Commedia dell'Arte e l'Improvvisazione Teatrale, e ha avuto la fortuna e l'opportunità di studiare con maestri del calibro di Anna Marchesini, Paolo Rossi e Danio Manfredini.

Recentemente, ha partecipato a produzioni teatrali di successo come "Walking Thérapie" prodotto dal Teatro di Rifredi e La Pergola di Firenze, sotto la direzione di Nycholas Buysse e Fabio Zenoni del Teatro Nazionale Belga. Nel corso della sua carriera, ha collaborato con rinomati registi e compagnie teatrali, tra cui M. Scaparro, TKC Company, Barbara Nativi, Renata Palminiello e Kanterstrasse.

In ambito televisivo, ha recitato in diverse serie, tra cui "Doc", "Don Matteo", "Imma Tataranni" e, a breve, "Il Maresciallo Fenoglio". Ha anche conquistato il grande schermo con film di successo come "La Befana vien di notte", "Il Tuttofare", "Sono Tornato", "Lasciati Andare", "Ci vediamo domani" e "Dieci inverni". Ha ricevuto, come sceneggiatore, il premio Solinas 2021 insieme a Gregory Eve per il progetto di serie "L’Effetto Dorothy", un finto documentario che esplora in chiave di commedia il mondo dei ricercatori universitari. La puntata pilota di questa serie è stata recentissimamente prodotta da Rai.

NIENTE PANICO

Con questo exploit istrionico della totipotenza attoriale, Luca Avagliano riesce a restituire a un pubblico variegato e partecipe uno spettacolo limpido e onesto, privo di autocompiacimento e autocitazionismo, parlandoci di quello che accade quando la luna naufraga nell'eco di un amore.
FRANCESCO CHIARO - Teatro.Persinsala.it

Se c'è una cosa capace di mettere in crisi chi scrive, ancora prima di uno spettacolo terribilmente brutto, è uno spettacolo terri- bilmente bello. Per uno spettacolo brutto, l'imbarazzo sta tutto nel mettersi a cercare un'aggettivazione strategica che permetta al lettore attento di andare oltre la coltre fumogena delle parole, ma uno spettacolo bello, le parole, le ruba. E il caso di Niente Panico.
FEDERICA IMBRIANI - Flaneri

Spettacolo scorrevole, esilarante, in cui emerge tutta la bravura e la padronanza del palcoscenico di Avagliano che, vorticosamente: recita poesie con voce impostata; dà vita a più personaggi che dialogano tra di loro cambiando voce con maestria; fa emergere le sue fragilità, recita proverbi, lezioni di catechismo, di scienza, di equitazione, balla, suona la chitarrina e canta.
CLAUDIO COSTANTINO - Guida Spettacolo a Roma

Al teatro Argot una piacevole sorpresa. Uno spettacolo piacevole, divertente, sempre dinamico e mai quieto, u n impossessarsi com- pulsivo della parola, un mix di elementi calibrati di modo da ga- rantire una riuscita sensazionale del risultato finale. Luca Avaglia-
no, classe 1982, va in scena con Niente panico!
MARIA LORETA MUCCI - LaPlatea

Ospita questo spettacolo

Approfondisci

Scrivi la tua recensione

Accedi o Registrati

Voto allo spettacolo

Recensioni dello spettacolo

16/12/2023
Elisa Gabellieri

Luca è uno spettacolo. TeatroxCasa una conferma

Visto a: Giuly House

Il: 24 Nov, 2023

Luca Avagliano è stata una splendida sorpresa!!! 50 minuti tutti di un fiato, una padronanza della lingua e dello spettacolo assolutamente unici! ci ha fatto vivere una serata meravigliosa e nonostante il tema ci ha fatto anche ridere di gusto! per quanto riguarda Teatro Per Casa una conferma che vada fatto conoscere molto di più a tutti❤️ Siete Fantastici

Voto: