Teatro Per Casa
Teatro Per Casa
Cuoro "Pop up!" Un'ora di niente Modern Family 1.0 La vita non basta Diario di provincia Opinioni di un uomo comune 46 tentativi di lettera a mio figlio Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro Phillip Bracken, Concert Davide Di Rosolini, Concert Manzoni senza filtro Con le tue labbra senza dirlo Annunziata detta Nancy Make like a Tree, Concert Murgia I Corteggiatori - Poesie d'amore da Merini a Neruda Bim Bum Bang! Post partum Love is in the hair IO, ovvero come sopravvivere all'epoca del narcisismo Due passi sono Reinis Jaunais, Concert Groppi d'amore nella scuraglia Ragazza seria conoscerebbe uomo solo max 70enne Discorso sul Mito Lampedusa è uno spiffero!!! Walking Dad - Nato Sotto il Segno dei Gamberi Telemomò Il ritratto della salute Il piccolo guitto Arsura d'amuri Pepe Mamma, Piccole tragedie minimali Don Chisciotte in Sicilia Lui e Leila Primi passi sulla luna Fra la terra e il mare, Concert La Nasca Bestie rare
Aggiungi ai preferitiVai alle recensioniOspita lo spettacolo

Walking Dad - Nato Sotto il Segno dei Gamberi

di e con Dario Benedetto

Durata 55 minuti

Ho imparato ad andare in bicicletta a quarant'anni. L'ho fatto per due motivi. Uno, banalmente, è l'amore.

Share on Facebook

“Walking Dad-Nato Sotto il Segno dei Gamberi” racconta di come la paternità faccia interpretare il mondo diversamente.
Dalle sensazioni di un uomo che è appena diventato padre, dalle paure, i discorsi con i nuovi padri chiamati Breaking Dads, il pensiero della morte, l'idea di un amore sconosciuto.
Il cercare la felicità altrove, i due volti della verità, l'ambizione che nasconde trappole, come accettare il pensiero che i figli vivono nel mondo e non nel tuo mondo.
L'evoluzione di quest'uomo si esprime al massimo con la trasformazione in un Walking Dad, un supereroe senza apparenti poteri, ma curioso nel diventare una persona migliore.
Dalle mani incerte che accolgono il primo figlio alle mani sicure che afferrano il manubrio di una bicicletta che il padre impara a manovrare a quarant'anni.

prevnext
prevnext

Il fondatore e autore, Dario Benedetto, Inizia a seguire laboratori sparsi per l’Italia, insieme a Giovanna Mori, Peader Kirk, Paolo Rossi, Michele Di Mauro.
Comincia a scrivere, uno spettacolo sulla storia di Gola Profonda, il primo film a luci rosse proiettato su schermo pubblico a New York, facendola raccontare da Thomas Turbato. Insieme al jazzista Gianni Denitto e alla regia luci di Martino Cipriani, danno alla luce nel 2006 “Non c’è Musica in Finlandia“, riscuotendo, increduli, successo di pubblico e di critica. Nasce l’Associazione Torcigatti.

Girano per il nord Italia, facendo decine di repliche, sempre con il tutto esaurito.
Il Piccolo Regio di Torino si accorge di loro e richiede la collaborazione alla rassegna “Il Novecento attraverso gli slogan” scrivendo “Monsignora guardi ben che sia fatto di Moplen” insieme a Marco Amato e Carlo Pestelli, oltre a due membri degli Ossi Duri.
Insieme a Marco Castoldi, meglio conosciuto come Morgan, scrivono “Non avrai altri jeans all’infuori di me”.
Si cambia tema, si passa alla storia del fondatore IKEA, Ingvar Kamprad, traendo dalla sua biografia una favola moderna ironica, insieme alle musiche di Simone Arlorio, dando alla luce “Troppa Polvere su Marte“.
Nato come testo per un provino, nasce lo spettacolo più pop della penna dell’autore, “Uomo Parzialmente Scremato“, una raccolta di sette storie realmente accadute nel mondo, dentro una cornice surreale.
Conclusa la trilogia Pop, si innesca una proficua collaborazione con il cantante Didie Caria, scrivendo insieme “A Mille Miglia da Vaniglia“, una dedica musicale a Dino Buzzati, una sorta di album recitato, riscuotendo ottime recensioni.
Ricevendo un sostegno dal Sistema Teatro Torino, insieme a Teatro Stabile Torino e Assemblea Teatro, viene prodotto “American Proust“, uno spettacolo ambizioso scritto insieme a Didie Caria, con Simone Arlorio, Damir Nefat, gli allievi del TorciLab, Damiano Andreotti. Lo spettacolo debutta alla Cavallerizza Reale di Torino alla fine del 2011, riscuotendo ottime critiche.
Fa un viaggio a New York per apprendere meglio la sostanza della Stand Up Comedy, ancora poco conosciuta in Italia. Lì, scrive e perfeziona lo spettacolo che, finora, ha avuto più successo, “Piglia Un Uovo che Ti Sbatto“, che, dopo quasi un centinaio di repliche in tutta Italia, grazie anche al progetto PigliaCi Sul Serio si è trasformato in libro edito da Edizioni Compagine.
Nel 2015, durante il Fringe Torino Festival, debutta “Edoardo Mani di Forcipe“.
A questo punto diventa padre di due figli, Martino e Viola, e scrive un libro sulla sua esperienza, edito da BookaBook, in uscita nel 2019, dal titolo “Walking Dad-Nato Sotto il Segno dei Gamberi”. Nel 2018 debutta con lo spettacolo omonimo.

Walking Dad - Nato Sotto il Segno dei Gamberi

Un attore attore solo, 2x2 metri di spazio.

Ambiente ben illuminato

Ospita questo spettacolo

Scrivi la tua recensione

Accedi o Registrati

Voto allo spettacolo