Teatro Per Casa
Teatro Per CasaVai alla disponibilità degli spettacoli
IO, ovvero come sopravvivere all'epoca del narcisismo Primi passi sulla luna Walking Dad - Nato Sotto il Segno dei Gamberi Bim Bum Bang! I Corteggiatori - Poesie d'amore da Merini a Neruda Love Show Un'ora di niente Every brilliant thing - Tutte le cose per cui vale la pena vivere Tempi maturi Lampedusa è uno spiffero!!! La Spremuta Il ritratto della salute Telemomò Murgia Lui e Leila Pepe Arsura d'amuri Racconti da Camera Diario di provincia Manzoni senza filtro Al cuore non si comanda, ai dipendenti si! Discorso sul Mito Omu cani Fra la terra e il mare, Concert Con le tue labbra senza dirlo Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro Il piccolo guitto 46 tentativi di lettera a mio figlio Opinioni di un uomo comune Post partum CUORO L'AMORE Expat Underground - I figli se ne devono andare, ma se poi non tornano? La vita non basta Cuttuni e lamé - Trame streuse di una canta storie Ragazza seria conoscerebbe uomo solo max 70enne Groppi d'amore nella scuraglia La Nasca Don Chisciotte in Sicilia Bestie rare Terra di Rosa Love is in the hair Mamma, Piccole tragedie minimali Cuoro "Pop up!" Annunziata detta Nancy
Aggiungi ai preferitiVai alle recensioniOspita lo spettacoloVai alla disponibilità degli spettacoli

Con le tue labbra senza dirlo

di e con Paolo Faroni

Durata 55 minuti

Un uomo sfugge al suo destino grazie a un nonno muto che lo indirizza alla poesia e alla ricerca di un amore che sfugga alla banale simbologia freudiana.

Share on Facebook

Monologo 

 

Condannato dal suo insegnante di italiano delle medie per aver disegnato durante un test di psicologia un buco in un albero, un uomo sfugge al suo destino grazie a un nonno muto che lo indirizza alla poesia e alla ricerca di un amore che sfugga alla banale simbologia freudiana. Da una condanna a un’altra, l’uomo disegnerà per dieci anni una donna senza sapere chi sia. Un lunedì di novembre, quello che dovrebbe essere un giorno di lavoro come tanti altri, si trasforma in un viaggio allucinato in cui la donna del disegno fa capolino nella vita dell’ uomo. Prima nell’atrio del palazzo, poi in treno, complice un delirante sogno in cui coppie da tutte le nazioni del mondo vogliono condividere con lui la longevità della loro felice relazione. Solo grazie all’aiuto di Vinnie, amico gay e attore di teatro per bambini, l’uomo incontrerà la donna…

prevnext
prevnext

Formatosi alla Scuola D’arte Drammatica Paolo Grassi, lavora con Serena Sinigallia, Sergio Fantoni e soprattutto con Paolo Rossi dal 2007 al 2012. Pubblica nel 2005 il monologo Con le tue labbra senza dirlo. Nel 2009 fonda con Massimo Canepa la compagnia Blusclint. La compagnia vince il concorso RIgenerazione 2010 con il monologo Woof! Un melòpunk - conquistando al Fringe Festival di Edimburgo nel 2011 quattro stelle su cinque sulla prestigiosa London Theatre guide – e ottiene due volte il sostegno dalla Regione Piemonte per gli spettacoli Riccardo3 e Hamlets. Sempre con Woof!, registra il tutto esaurito alla prima edizione del Fringe Festival di Torino nel 2013. Con lo spettacolo comico Grasse risate, lacrime magre! va in scena per due anni di seguito al nel prestigioso Teatro Elfo Puccini di Milano. È attore per Roberto Rustioni nello spettacolo Donne che sognarono cavalli di Daniel Veronese, prodotto dal Teatro Stabile di Sardegna, in tournee nella primavera del 2017 e per Macbeth Will Never Die di Pierpaolo Sepe

Scrivi la tua recensione

Accedi o Registrati

Voto allo spettacolo

Recensioni dello spettacolo

26/11/2019
Mario Costantini

Un viaggio di sogni e parole

Visto a: "Cose belle"

Il: 23 Nov, 2019

Il teatro è uno forse nessuno e centomila Il teatro quello capace di farti salire Con lui in un viaggio di sogni e parole Il teatro seduto accanto in una semplice casa Domestico come un gatto fidato che fa le fusa Il teatro che non guasta mai e davvero ci vuole Con il suo raccontarsi effimero e geniale A volte amaro a volte dolce e a tratti solidale Il teatro con un attore solo ed una semplice sedia Senza scenografia se non quella di una faccia Che incomincia quasi a confessarsi con pudore E noi lì tutti intorno a respirare a vivere ad entrare In una storia che prende forma incalza solletica allevia Qualcosa dentro di noi forse un vuoto un dubbio Che ci appartiene e che in silenzio avvince e sorprende. LILLINO PATANO - COSE BELLE CAPURSO - 23/11/2019

Voto:

Saluto alla casa: Ottima ospitalità.

25/02/2019
Tatiana Capriotti

Uno spettacolo per ridere e soprattutto sorridere!

Visto a: OBYARTStudio

Il: 22 Feb, 2019

Paolo è un comico eccezionale, di quelli che ti fanno ridere di pancia e con lo spazio alla riflessione. Spazia dall'imitazione alle citazioni auliche dei nostri grandi autori, da Petrarca a Dante al suo conterraneo Pavese. Sa far emozionare.

Voto:

Saluto alla casa: Grazie per l'ospitalità. Suggerisco aperitivo un po' più rinforzato, mi aspettavo qualcosa di più da mangiare.