Teatro Per Casa
Teatro Per CasaVai alla disponibilità degli spettacoli
Diario di provincia Cuttuni e lamé - Trame streuse di una canta storie Annunziata detta Nancy Love Show Bim Bum Bang! Con le tue labbra senza dirlo Murgia Il ritratto della salute Arsura d'amuri Don Chisciotte in Sicilia Every brilliant thing - Tutte le cose per cui vale la pena vivere La vita non basta IO, ovvero come sopravvivere all'epoca del narcisismo Omu cani Primi passi sulla luna Mamma, Piccole tragedie minimali Pepe Tempi maturi Cuoro "Pop up!" Il piccolo guitto Expat Underground - I figli se ne devono andare, ma se poi non tornano? Walking Dad - Nato Sotto il Segno dei Gamberi Un'ora di niente Post partum CUORO L'AMORE La Nasca Telemomò Groppi d'amore nella scuraglia Discorso sul Mito Ragazza seria conoscerebbe uomo solo max 70enne I Corteggiatori - Poesie d'amore da Merini a Neruda Terra di Rosa Opinioni di un uomo comune Al cuore non si comanda, ai dipendenti si! Il mio occhio destro ha un aspetto sinistro Love is in the hair Manzoni senza filtro 46 tentativi di lettera a mio figlio Lui e Leila Lampedusa è uno spiffero!!! Fra la terra e il mare, Concert La Spremuta Racconti da Camera Bestie rare
Aggiungi ai preferitiVai alle recensioniOspita lo spettacoloVai alla disponibilità degli spettacoli

Opinioni di un uomo comune

di e con Fabio Cicchiello. Regia Francesco Spaziani

Durata 50 minuti

Franco vorrebbe che una statuetta di Gesù lo aiutasse a riconquistare la sua ex . Un miracolo.

Share on Facebook

Spettacolo tragicomico 

Franco vorrebbe che una statuetta di Gesù lo aiutasse a riconquistare la sua ex. Un miracolo, un’apparizione in sogno, si può fare qualcosa dall’alto per far tornare Luisa tra le sue braccia? Stanco dei silenzi della statuetta, decide di partire alla volta dell’Irlanda dove oggi vive la sua amata. In terra straniera, Franco s’ innamora inaspettatamente di un’altra donna, con la quale instaura una relazione identica alla precedente. Franco torna al punto di partenza in assenza di un vero cambiamento interiore. Il rapporto informale con la statuetta regala all’interprete la possibilità di guardare le cose con lo sguardo del comico lasciando spazio alle risate.

prevnext
prevnext

Fabio Cicchiello diplomato alla Scuola Internazionale di Teatro perfeziona i sui studi con Stefania De Santis, Eric de Bont ed Alex Navarro. Prende parte al Laboratorio Zelig vincendo nel 2007 il 1° premio al Festival SOS Arezzo Cabaret. Autore degli spettacoli comici OPPA, Rhythm and Clown, Frak, Facircus e Opinioni di un Uomo Comune monologo del Festival Yuong Station di Prato. Protagonista negli spettacoli “Nella Buca” regia F. Spaziani e “La Colpa” regia Marco Carlaccini. Cinema e televisione, è tra gli interpreti di: “Piove sul Bagnato” di Andrea Muzzi, “Sarò Sempre tuo Padre” per la regia di Lodovico Gasparini (Rai Uno), “Un Rovescio” di Damiano Giacomelli, “Incantesimo 5” con la regia di Leandro Castellani, “La Rai non Chiude Mai” regia Vittorio Sindoni.

Scrivi la tua recensione

Accedi o Registrati

Voto allo spettacolo

Recensioni dello spettacolo

20/07/2019
Cecilia Galligani

Comunemente introspettivo

Visto a: Casa Keaton

Il: 19 Lug, 2019

Il monologo di Fabio ha saputo ben interpretare il dialogo interno che ognuno di noi si trova ad affrontare nel privato della propria ambiente. La speranza che va e viene, i dubbi banali su cui ci arrovelliamo e si ripetono senza mai trovare soluzione sono stati tutti espressi con grande capacità mimica e di pause.

Voto:

Saluto alla casa: Giardino fantastico e accoglienza impeccabile

19/03/2018
Giuliana Mura

Buona la prima...anzi ottima!

Visto a: Casa di Antani

Il: 18 Mar, 2018

Abbiamo ospitato per la prima volta uno spettacolo nella nostra casa...ed è arrivato lui...l'uomo comune...l'uomo "felicemente" normale...a raccontare dell'amore, della solitudine, della fede, con un approccio ironico e apparentemente leggero. Far sorridere e allo stesso tempo far riflettere è una capacità dei bravi. Bravo Fabio come autore e come attore. Hai conquistato tutti. Giuliana Mura

Voto:

03/11/2017
Paola Frilli

Toccando il teatro

Visto a: di Vita

Il: 31 Ott, 2017

Franco, il protagonista di questo spettacolo ci regala momenti intensi. In pochi minuti ci conduce nel suo mondo, nella più "antica" delle solitudini, per poi alternare momenti comici, di riflessione profonda e divertimento attraverso labirinti della mente che appartengono a tutti noi. Questa formula teatrale ha il merito di annullare la distanza palcoscenico/platea, attore/pubblico avvicinandoci ulteriormente al protagonista. A Fabio Cicchiello, grande attore, un grazie per queste emozioni e per averci ricordato cos'è la magia del teatro

Voto:

Saluto alla casa: Vita, le serate a casa tua sono una sicurezza! Siamo stati benissimo! Grazie

Mostra altre recensioni